Presentazione

Lo scopo principale di questo corso interclasse è integrare la prospettiva storica e quella filosofica nello studio dei fenomeni della società e della cultura, secondo una tradizione di ricerca e di didattica che ha caratterizzato le sedi dell'ateneo senese in un arco di tempo di oltre quarant'anni. Il corso di laurea magistrale in Storia e Filosofia ha una durata normale di due anni e ha l'obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di elevata qualificazione negli ambiti delle scienze filosofiche e delle scienze storiche. Si tratta di un corso di laurea interclasse, che consente di conseguire la laurea magistrale nella classe LM-78 di Scienze filosofiche oppure LM-84 di Scienze storiche. Tramite questo corso il laureato magistrale potrà acquisire la piena padronanza degli strumenti e dei linguaggi degli studi filosofici e della ricerca storica, basata sulla conoscenza dei testi, delle teorie e delle fonti, analizzate nelle loro caratteristiche contenutistiche e formali, utilizzate per lo studio e l'analisi di temi e problemi della filosofia e la ricostruzione delle vicende storiche. Tra gli obiettivi formativi specifici di questo Corso figurano: a) l'uso di modelli teorici nel campo degli studi filosofici e storici; b) la conoscenza delle fonti, indagate nelle loro caratteristiche contenutistiche e formali e la capacità di utilizzarle per la ricostruzione, l'analisi e lo studio di eventi storici; c) la capacità di intervenire nel settore dell'analisi e dell'edizione di testimonianze letterarie e documentarie, sia con metodologie tradizionali che con l'ausilio di tecnologie informatiche; d) la lettura e l'analisi critica dei testi filosofici e delle fonti storiche e delle relative bibliografie; e) la preparazione di studi critici su temi e problemi affrontati nel Corso.

In generale, il laureato nel corso magistrale in Storia e Filosofia avrà la fisionomia di un esperto in grado di svolgere funzioni direttive e di alta specializzazione nei vari ambiti dell'insegnamento e della ricerca, della produzione culturale, della comunicazione e della editoria.
funzione in un contesto di lavoro:
Ricercatore e consulente per università, centri di ricerca e istituzioni pubbliche e private - Insegnante e formatore nel campo delle discipline storiche e filosofiche e nel più vasto ambito delle discipline umanistiche, ma capace di utilizzare competenze di carattere interdisciplinare provenienti anche dall'ambito delle scienze naturali e delle scienze sociali e antropologiche - Operatore di elevata responsabilità nel campo dei servizi e della produzione culturale - Consulente e coordinatore nel campo della comunicazione e dell'informazione con specifico riferimento alle competenze di carattere storico-filosofico.
competenze associate alla funzione:
Capacità di impostare, condurre e coordinare una ricerca specialistica nel campo delle discipline storiche e filosofiche - Capacità di strutturare percorsi didattici e di sviluppare attività formative nei diversi settori delle scienze filosofiche e storiche - Capacità di promuovere e coordinare iniziative culturali che abbiano attinenza non solo con l'ambito umanistico ma con competenze interdisciplinari derivanti dall'ambito delle scienze naturali, sociali e antropologiche - Capacità di svolgere attività di consulenza a supporto di enti pubblici e di imprese private operanti nel settore della produzione culturale e della comunicazione scientificamente qualificata - Capacità di coordinare attività editoriali di vario livello e con diversa destinazione nell'ambito delle discipline storiche e filosofiche e delle loro connessioni con altri ambiti disciplinari.
sbocchi professionali:
La preparazione raggiunta dal laureato grazie a questo corso di studi consente sbocchi professionali legati alla gestione delle risorse umane e in generale in tutti i ruoli che richiedano capacità relazionali e di sintesi, oltre naturalmente ai tradizionali sbocchi nell'insegnamento e nella ricerca universitaria. I laureati saranno infatti in grado di esercitare funzioni di elevata responsabilità a) in attività connesse ai settori dei servizi e dell'industria culturale e degli istituti di ricerca; b) nei centri di studio pubblici e privati; c) in istituzioni governative e locali nei settori dei servizi culturali e del recupero di attività, tradizioni e identità locali; d) nell'editoria specifica ed in quella connessa alla diffusione dell'informazione e della cultura storica e filosofica; e) nella pubblica amministrazione, laddove il possesso di una laurea di ambito umanistico sia requisito per l'accesso a ruoli di dirigenza; f) nel settore giornalistico e del mondo della comunicazione culturalmente qualificata.
Più in generale i laureati potranno collocarsi in tutti gli ambiti che associano alle specifiche competenze disciplinari una spiccata capacità critica e una elevata abilità nella rappresentazione delle conoscenze, come quelli della promozione e cura dei rapporti tra le diverse culture sul piano nazionale e internazionale, degli scambi sociali e interpersonali, del riconoscimento dei diritti di cittadinanza, dells formazione e gestione delle risorse umane presso enti pubblici o aziende private. Ciò non toglie, ovviamente, che il Corso di Studio magistrale in Storia e Filosofia fornisce al laureato la preparazione utile all'insegnamento nella scuola, una volta completato il percorso abilitativo previsto dalle norme vigenti, nonché per laccesso ai corsi di dottorato di ricerca (tramite le selezioni previste) o ad altri tipi di formazione avanzata quali i Master di II livello.